• Beppe Grillo a Rieti
  • Di Battista a Rieti campagna elettorale elezioni Europee 2014
  • Marcia Onestà
  • Donne in Movimento. Le donne del M5S a Rieti 8 Marzo 2014
  • Grilli Parlanti alla Marcia dell'Onestà con Paola Taverna

Dopo i tanti annunci e i promettenti spot sulla scuola da parte di questo governo ci ritroviamo a fare i conti con un’amara realtà, che vede irrisolti i problemi di precariato e inefficienza di servizi e strutture. Come gli 80 euro, i fondi destinati all’edilizia scolastica non hanno apportato utili vantaggi al miglioramento degli edifici; tant’è vero che assistiamo a quotidiane scene di manutenzione ordinaria effettuata con volontario aiuto dei cittadini. Un’ulteriore responsabilità relativa a questa problematica  va riconosciuta all’amministrazione comunale che sembra preoccuparsi di più alle sanatorie degli edifici abusivi ignorando le esigenze delle famiglie e dei giovani studenti.

In questo “bucolico” quadretto emerge il continuo ed eterno problema dei precari che oggi sono in maggiori difficoltà rispetto al passato. Entrata a pieno regime la legge “Gelmini”, il precariato ha ricevuto un colpo durissimo, mettendo in ginocchio tutte le scuole professionalizzanti. Nel territorio reatino il grande esempio è l'Alberghiero, che con i suoi 1080 iscritti è indiscutibilmente il fiore all'occhiello dell’istruzione locale. Tale scuola si trova costretta ad operare su due sedi ( e lo sarà anche dopo la costruzione del piccolo “forno crematorio” di fianco al convitto, che non a caso avrà 14 classi come la succursale di Via Salaria ). Molti laboratori di cucina si trovano ancora in Via Moisè di Gaio, costringendo gli alunni della sede ex Vanoni a pericolose "passeggiate" per raggiungerli.

La sede di Via Salaria è priva di palestra, con conseguenti ulteriori passeggiate per raggiungere il palazzetto di Piazzale Leoni. Nonostante l'elevatissimo numero di studenti disabili non esistono spazi per le attività di sostegno.

Il convitto sembra una trappola, tenuto conto dei pericoli di esondazione e di esplosione, ma anche del fatto che i ragazzi sono costretti a percorrere la Salaria nel tratto alberato, scavalcando anche il ponte sulla "superstrada" dove non esistono vie di fuga...

Come l’Alberghiero anche l’ex Istituto d’Arte, oggi Liceo d’Arte, è stato snaturato della sua caratteristica principale, che è l’attività laboratoriale. Non possiamo trascurare l’IPSIA ( istituto Professionale ) e l’ITIS ( Istituto Tecnico Industriale ). Tutte queste scuole hanno subito tagli agli orari di laboratorio per oltre il 50% ( si stima in un 64% ). Questi tagli sono dovuti alla diminuzione d’orario di materie d’indirizzo sia nel biennio, dove si è passati da 11 ore a settimana a 4 o 3, sia nel triennio dove, in alcuni casi, sono state completamente eliminate. Allo stato attuale, proprio per questo motivo, ancora molti docenti non hanno l’incarico e stanno aspettando una cattedra, spesso con poche ore, per poter guadagnare qualcosa. Intanto, molti studenti, non hanno i docenti penalizzando ovviamente il percorso didattico trasformando, di fatto, la scuola in un punto di ritrovo. Va sottolineato che queste politiche hanno ridotto l’offerta formativa specifica livellando le scuole su un generico profilo scientifico/umanistico. Restano grandi ombre sulla gestione della formazione professionale affidata alle provincie che, impegnate nel valzer “provincia sì/provincia no” giocano con soldi pubblici a discapito di una enorme risorsa quale la formazione professionale rivolta soprattutto ai disoccupati. Per chiudere questo scenario ( a dir poco imbarazzante ) dobbiamo porre la nostra attenzione sul problema più grave che dimostra l’insensibilità dei nostri politicanti. Nonostante gli accorati appelli delle famiglie che vivono quotidianamente le difficoltà della disabilità, lo Stato continua a non fornire il personale preposto ad assistere gli studenti svantaggiati. Spesso i docenti di sostegno non coprono tutte le ore previste per la didattica e nei casi di disabilità grave le scuole e/o gli enti provinciali sono costretti a rivolgersi a cooperative di servizi con ulteriori costi, mantenendo ancor più in vita il sistema del precariato.

La domanda sorge spontanea: se i soldi si trovano per operare con le cooperative, non potrebbero essere destinati per i docenti di sostegno inseriti nelle graduatorie, che hanno speso soldi per abilitarsi e che da ormai troppo tempo sperano in un contratto a tempo indeterminato?

Dal diritto all’istruzione si è passati alla “possibilità di istruirsi”, e in un paese civile tutto ciò è intollerabile.

Siamo certi che nessun appartenente alla vecchia politica si preoccuperà di risolvere le problematiche sopra esposte, le priorità non sono l'istruzione ed il precariato, un popolo poco colto ed affamato è più gestibile, e ne siamo certi perché la nuova riforma va in questa direzione!

Nonostante tutte queste problematiche, auguriamo un buon anno scolastico a studenti, professori e personale ATA, con la speranza che la creatività tipicamente italica permetta il superamento di ogni difficoltà.

LORO non si arrenderanno mai, NOI ….neppure!

Rieti, 23.09.2014

Meetup Amici di Beppe Grillo “Grilli Parlanti di Rieti

Tavolo Istruzione e Cultura

Attivista Domenico Troiani

 

Ci lasciano a dir poco sbigottiti le recenti esternazioni agli organi di stampa dell’Assessore al Turismo, alle Culture e alla Promozione del Territorio Diego Di Paolo, in una seccata risposta al dott. Virili, responsabile del cantiere di Campo Reatino, il quale “si era permesso” di lamentarsi per la scarsa attenzione riservata da parte del Comune per gli scavi archeologici in atto così come per gli inadeguati aiuti economici ricevuti.

L’Assessore ricorda all’”incauto” archeologo dello “sforzo” (cit.) profuso dal Comune con 2000 euro di finanziamento ed una sponsorizzazione ottenuta dalla Sogea per 4000 euro.

Ci verrebbe quasi da ridere per non piangere, semplicemente se paragonassimo questo “sforzo” dell’attuale Amministrazione Comunale con il denaro attualmente utilizzato per mantenere l’auto blu in dotazione all’Ufficio Segreteria del Sindaco, in leasing per circa 400 euro al mese per 4 anni (totale 19mila euro ca), con un servizio di 3 autisti su 3 turni (vedere det. 281 13/02/2013 e det. n. 808 del 24/06/2014).

E’ una notizia che per l’Amministrazione Comunale mantenere un’auto blu ed i privilegi di una volta, vale molto di più di tutelare e promuovere le risorse culturali del nostro territorio, risorse di alto valore turistico, che il tutto il resto del mondo ci invidia.

Ad ogni modo le dichiarazioni dell’Assessore susseguite allo sfogo con l’Archeologo sono ancora più inquietanti: Di Paolo scrive che non riesce più a svolgere il suo ruolo pubblico con la dedizione di una volta, e che si sente in dovere di riprendere l’attività professionale privata che lo obbliga a stare fuori Rieti “per alcuni giorni della settimana”, “perdendo qualche inaugurazione”, ma tanto che sarà mai!

Noi “Grilli Parlanti di Rieti” riteniamo che per essere sindaco o assessore o consigliere si debba avere una certa vocazione altruistica, perché più che mestiere trattasi di una “missione” di natura sociale, da svolgere mettendo a disposizione le proprie capacità e competenze per la crescita ed il benessere della collettività.

Tale lavoro va giustamente retribuito, commisurando l’indennità all’impegno ed alla responsabilità che grava sulla persona investita del mandato pubblico.

Premesso ciò, su questo non transigiamo: in qualità di contribuenti e datori di lavoro dell’Assessore, chiediamo al Sindaco conto di questa dichiarazione; chiediamo che l'indennita' mensile dell'Assessore venga ridotta (con effetto immediato e retroattivo) in base all'effettiva presenza sul territorio da dipendente pubblico; inoltre chiediamo che non venga piu' pagato anche quando svolge la sua attivita' privata. 

In alternativa l’Assessore Di Paolo può tranquillamente rassegnare le dimissioni in modo da poter dedicare tutto il suo tempo all’attività privata, che sicuramente gli permetterà di guadagnare di più dell’indennità attualmente percepita pari ad € 2.897,40 lordi (delibera di Giunta Comunale n.203 del 9 Luglio 2012).

Questa potrebbe essere una buona occasione per dimostrare ai reatini che al Palazzo Comunale si sta facendo il possibile per arginare la grave crisi locale, magari approfittando di un assessore assente per accorpare detto assessorato ad altri, permettendo così un risparmio di fatto, come sta avvenendo in altri comuni italiani, magari destinando (perché no?) le spese per l’auto blu in leasing agli Scavi di Campo Reatino.

Chiudiamo questo comunicato portando ad esempio l’ultimo atto, in ordine cronologico, di un amministratore a 5 stelle, Patrizio Cinque, Sindaco di Bagheria in Sicilia, che ha deciso di rinunciare ai primi sei mesi della sua indennità e di ridurla del 30% per tutto il tempo residuo del suo mandato, restituendo le somme accantonate direttamente ai cittadini tramite opere e servizi finalizzati al bene della collettività.

LORO non si arrenderanno mai, NOI ….neppure!

Rieti, 5 settembre 2014

Meetup Amici di Beppe Grillo

Grilli Parlanti di Rieti

Ugo Perotti/Gabriele Lorenzoni

scarica gli allegati:

allegato delibera orario servizi autisti comunali

allegato delibera nolo auto trasporto sindaco

Sabato, 30 Agosto 2014 02:00

COMUNICATO: Sulla sanità reatina.

 

A margine del secondo incontro della cittadinanza sui temi della sanità reatina svoltosi presso la sede dell’Alcli il 27 u.s. ci sentiamo in dovere di esprimere delle osservazioni.

Ammettiamo di essere rimasti delusi dalla gestione dell’incontro, dopo che a seguito delle lamentele del primo incontro per la mancanza di interlocutori istituzionali, ci siamo prodigati per assicurare la presenza del portavoce del MoVimento 5 Stelle  Davide Barillari, Consigliere Regionale e membro della Commissione salute, il quale presentatosi munito di dati e documenti a testimonianza delle ingiustificabili scelte fatte per ridurre le potenzialità del nostro ospedale e i connessi servizi all’utenza non ha avuto la parola.

Riteniamo che rinunciando ad ascoltare un intervento di una persona  preparata sull’argomento si è persa una buona occasione per un’assemblea che si propone di dare informazioni ed approssimativa ci è parsa la motivazione secondo cui sarebbe stato poco corretto dare la parola ad una parte politica in assenza delle altre, e che per le parti politiche ci sarà spazio nella prossima assemblea.

Comunque ne prendiamo atto e guardiamo avanti e sin d’ora annunciamo che alla prossima assemblea saremo ancora presenti con una nostra delegazione e con lo stesso Davide Barillari auspicando che siano presenti anche gli altri esponenti regionali espressione del territorio finora colpevolmente assenti.

Dagli organi di stampa apprendiamo inoltre le ennesime rassicurazioni dell’On.le Fabio Melilli secondo il quale dopo un incontro con il governatore Zingaretti tutto si sarebbe risolto e non vi sarebbe più nulla da temere. Noi non abbasseremo la guardia ed invitiamo associazioni, operatori e sindacati a fare altrettanto. Non ci possiamo accontentare di parole o di atti generici, ma chiediamo fatti concreti ed immediati, come ad esempio il potenziamento dei reparti sotto organico di personale, la stabilizzazione dei posti di lavoro con le procedure previste dalla legge riducendo ed eliminando il prima possibile il ricorso al  lavoro interinale, nonchè il pieno ripristino delle funzioni del laboratorio analisi. Le promesse e le rassicurazioni le abbiamo già sentite troppe volte anche in altri settori (trasporti, industria, commercio) ed alla prova dei fatti purtroppo  sono sempre state parole al e promesse portate via dal vento.

Nel ringraziare le associazioni in primis l’Alcli che hanno organizzato gli incontri e tengono alta l’attenzione sul delicato tema della sanità pubblica  le invitiamo a servirsi dei nostri recapiti per aggiornarci sulle notizie ed eventuali variazioni  nelle modalità di intervento.

LORO non si arrenderanno mai, NOI...neppure!

Rieti, 29 Agosto 2014

Amici di Beppe Grillo “Grilli Parlanti di Rieti

Portavoce Virginia Baglione

 

P.S. del 03 09 14 

Per chi continua a non capire, o far finta di non capire, ribadiamo che nutriamo STIMA RISPETTO ED AMMIRAZIONE verso l'Alcli e la sua presidente Santina Proietti cui va dato l'indiscutibile merito di aver organizzato l'unica vera azione che mette in discussione il futuro della sanità pubblica reatina. Se non nutrissimo stima e rispetto non avremmo mai partecipato, così come non partecipiamo alle assemblee organizzate dai partiti. Un appello lo facciamo ai cittadini ed agli operatori sanitari: contattaci per segnalare inefficienze o quelli che ritenete siano sprechi cosi come hanno fatto i presenti alla riunione del 27 agosto!

Pagina 11 di 23