• Beppe Grillo a Rieti
  • Di Battista a Rieti campagna elettorale elezioni Europee 2014
  • Marcia Onestà
  • Donne in Movimento. Le donne del M5S a Rieti 8 Marzo 2014
  • Grilli Parlanti alla Marcia dell'Onestà con Paola Taverna
Mercoledì, 09 Luglio 2014 08:24

Enzo Tarani

Porgiamo le nostre condoglianze alla famiglia Tarani per la scomparsa del Dottor Enzo, per tutti lu Dottore. Enzo Tarani svolgeva la sua professione di medico pediatra con passione e competenza non abusando mai nella prescrizione di farmaci ed esami. Sempre al passo con i tempi frequentava spesso facebook dove discuteva spesso con ironia di politica, e donava ricordi aneddoti e curiosità della sua amata Rieti. Nel darti il nostro estremo saluto ci sentiamo in dovere di ringraziarti per quanto di positivo hai fatto per la nostra città, testimoniata dall'affetto e dalla stima che si è riversata in rete non appena è giunta la tragica notizia. Ciao Enzo ci mancherai. "Grilli Parlanti di Rieti"

“I gruppi consiliari di maggioranza hanno dato il loro sofferto assenso alla proposta di esternalizzazione dell’assessore Stefania Mariantoni” in merito all’asilo nido «Ciancarelli» di viale Maraini”. Questa la notizia riportata dalla stampa qualche giorno fa in cui si legge anche dell’impossibilità per il Comune di “mantenerne la gestione diretta visto lo squilibrio tra costi (circa 2 milioni di euro) ed entrate (circa 600 mila euro)” e le parole dell’assessore Mariantoni che spiega come “il regime di concessione consentirà al Comune il controllo del servizio, dai livelli di assistenza ai bambini, pretenderemo la presenza di pediatria e psicologo, a quelli occupazionali e naturalmente delle rette pagate dalle famiglie”. Perché invece non operare per rivedere i costi, tagliare gli sprechi e destinare fondi di bilancio alla struttura, magari cancellando qualche grande evento culturale? Dov’è la cultura di una città se non pensa ai ‘suoi figli’ e al loro futuro? Forse gli amministratori non sanno, o fanno finta di non sapere, che un privato non opera certo per beneficienza ma per profitto. Quindi i motivi di questa assurda esternalizzazione sono due: o si vuole semplicemente esternalizzare un profitto, dal pubblico al privato, oppure se il privato fa profitto ed il pubblico no, è giocoforza l’incapacità gestionale.  Fino ad ora la struttura è andata avanti fornendo un servizio insostituibile alle famiglie reatine, anche se non gratuitamente viste le rette mensili (da un minimo di 114,00 euro per redditi annui tra i 3.800,00 e i 7.600,00 euro ad un massimo di 336,00 euro per redditi annui oltre i 22.785 euro, certificati dall’Isee). Di tagli questa Amministrazione ne ha proposti tanti (non scordiamo il Centro Alzheimer di Cantalice o il centro per anziani “ex MANNI”e le loro tormentate vicende), senza però offrire concretamente soluzioni accettabili. Bisogna che si entri nell’ottica che il nido è un servizio sociale che dovrebbe essere mantenuto, oltre che con le rette, anche con le tasse dei cittadini. Il comune non è un'azienda che deve fare utili o cassa, è un ente che deve offrire servizi in cambio di tasse. Se il nido va in perdita solo con le rette, come servizio indispensabile, dovrebbe essere garantito coprendo la differenza di costo con le tasse riscosse a tutti i cittadini. Questo, ovviamente, dopo una seria analisi dei costi e degli sprechi. Ben vengano gli eventi culturali, i grandi spettacoli, le feste e le sagre, ma le priorità dei cittadini, e soprattutto dei bambini, vanno rispettate (ricordiamo anche tutto il clamore e il riempirsi la bocca con lo slogan RIETI CITTA’ AMICA DEI BAMBINI…ma nei fatti?). A questo punto viene spontaneo chiedersi: se l’intenzione di esternalizzare o dare in concessione questo servizio fosse stata dichiarata in campagna elettorale, quanti avrebbero accordato la loro fiducia all’attuale amministrazione, e quanti ridarebbero il proprio voto a questa maggioranza? Ci auguriamo che vi sia un ripensamento dell'ultimo minuto che ponga fine a questa ennesima vergogna. Come ‘Grilli Parlanti di Rieti’ ci sentiamo in dovere di adottare ed adotteremo tutti quegli strumenti democratici per impedire una simile sciagura per le famiglie e per i più piccoli. Organizzeremo banchetti, raccolte firme, flash mob e quant’altro possa coinvolgere la cittadinanza e distogliere l’Amministrazione dal suo proposito.

LORO non si arrenderanno mai, NOI ….neppure!

Rieti, 04.07.2014

Meetup Amici di Beppe Grillo “Grilli Parlanti di Rieti

Attivista Ugo Perotti

Dopo l’approvazione tanto “sofferta” della variante al Piano Regolatore Generale, da parte del Consiglio Comunale ad inizio Aprile c.a., ecco che la realizzazione del nuovo istituto alberghiero si trova a dover superare un altro ostacolo. Questa volta il temporaneo stop all’iter per il rilascio delle necessarie autorizzazioni arriva dalla Commissione Tecnica del Comune di Rieti (PRATICA .../2011 (PdC) Progetto per la realizzazione di scuola superiore in variante al PRG vigente. http://www.comune.rieti.it/verbale-comm-tecn/14/06/commissione-tecnica-del-18-19-20-giugno-2014 ). Senza voler noi Grilli Parlanti entrare nel merito dei dettagli tecnici, facciamo notare come la Commissione rilevi una serie di incongruenze nei progetti presentati dalla ormai ex provincia di Rieti, con elaborati mancanti e difformità tra lo stato dei luoghi ed i rilievi riportati sugli elaborati grafici. Avendo assolto, la commissione tecnica, al proprio dovere di controllo, spetta ora alla Provincia, per mano dei tecnici incaricati, porre rimedio ai rilievi e alle mancanze poste in evidenza dai tecnici del Comune.

Alla luce di quanto sopra, rivolgiamo ai cittadini e a tutte le persone interessate una domanda: quanto tempo e denaro pubblico si sarebbero potuti risparmiare se fosse stato scelto sin dall’inizio un altro sito idoneo, visto che comunque nel territorio comunale di siti adatti ad ospitare una scuola ve ne sono, anche se questa presenza viene costantemente smentita dai protagonisti di questa tristissima vicenda di ordinaria e incomprensibile follia amministrativa?

Agli amministratori della cosa pubblica più o meno direttamente coinvolti nella vicenda, chiediamo di dimostrare “coraggio” e rivedere le loro decisioni ponendo in essere tutti quegli strumenti necessari alla realizzazione in un altro luogo, di una scuola capace di accogliere tutti gli studenti (e non solo una parte).

Noi Grilli Parlanti di Rieti, alla luce di tutti i dati e di quanto emerso finora, continuiamo e continueremo a ribadire che il sito identificato per la realizzazione dell’Istituto Alberghiero non è assolutamente adatto ad ospitare quella che può essere una scuola di eccellenza per la nostra città, e vigileremo costantemente affinché vengano almeno rispettate le normative vigenti ed i vincoli gravanti su quell’area.

LORO non si arrenderanno mai, NOI ….neppure!

Rieti, 27.06.2014

Meetup Amici di Beppe Grillo “Grilli Parlanti di Rieti

Attivista Ugo Perotti

Pagina 12 di 23