• Beppe Grillo a Rieti
  • Di Battista a Rieti campagna elettorale elezioni Europee 2014
  • Marcia Onestà
  • Donne in Movimento. Le donne del M5S a Rieti 8 Marzo 2014
  • Grilli Parlanti alla Marcia dell'Onestà con Paola Taverna
Comunicati

Comunicati (143)

 

Come promesso, domenica 27 ottobre 2013, noi “Grilli Parlanti” di Rieti abbiamo allestito un gazebo in Piazza Tevere per essere a disposizione degli abitanti del quartiere.

Sono stati messi a disposizione dei questionari per monitorare il grado di soddisfazione o meno dei cittadini nei confronti dell’Amministrazione Comunale, dove potevano indicare anche dei loro suggerimenti.

Fra i questionari compilati è emerso quanto segue:

- la totalità degli intervenuti è insoddisfatto dell’operato dell’attuale Amministrazione Comunale;

-  la maggior parte ritiene che gli spazi verdi disponibili non sono sufficienti;

-  tutti ritengono che gli spazi verdi disponibili non sono sufficientemente attrezzati;

- tutti ritengono che il proprio quartiere non sia ben collegato al centro città da un adeguato servizio di trasporti pubblici.

Queste le proposte ed i suggerimenti vantati dai residenti:

- Metropolitana che colleghi Rieti a Roma;

- lavoro collegato all’Università;

- passaggi pedonali sicuri per i bambini;

- eliminazione della ZTL;

- Polizia Municipale più presente lungo le strade ma non per multare bensì per aiutare;

- ASL totalmente da rifare;

- Pronto Soccorso da potenziare e rendere più efficiente;

- ferrovia Rieti-Roma;

- incentivare le attività per i giovani;

- migliorare ed intensificare il servizio dei trasporti pubblici;

- il quartiere è privo di vitalità sociale, mercatino del giovedì a parte, occorrerebbe renderlo più vivace con alcune iniziative;

- nel quartiere i bidoni della spazzatura denotano una scarsa manutenzione, sono sudici e privati della periodica igienizzazione;

- a terra, nei pressi dell’area di raccolta, giacciono da tempo vari rifiuti ingombranti e “speciali”: elettrodomestici, edili e industriali;

- il Parco dell’Elefante, in evidente e protratto stato di incuria, potrebbe costituire un rischio per l’incolumità dei piccoli frequentatori che volessero avventurarvisi per giocare; staccionate divelte con viti arrugginite a vista e la folta vegetazione che nasconde alla vista ostacoli di varia natura, compreso il corso del Cantaro le cui diramazioni costeggiano ed attraversano il parco, rappresentando un serio pericolo;

- A pochi metri dal parco, in via Palmiro Togliatti, è presente la struttura RSA (Residenza Sanitaria Assistita da 60 posti) che, pur essendo trascorsi una decina d’anni dalla prima realizzazione, versa ancora in condizioni di totale inutilità per il mancato completamento.

Alla luce di quanto emerso riteniamo che detti suggerimenti non debbano rimanere inascoltati e disattesi, per questo motivo noi GRILLI PARLANTI monitoreremo ogni singola situazione.

LORO non si arrenderanno mai (ma gli conviene?)….NOI neppure!

Clicca per vedere il video

 

 

Mercoledì, 23 Ottobre 2013 08:32

I cittadini incontrano i cittadini

Domenica 27 ottobre 2013, dalle ore 10:00 alle ore 20:00, gli attivisti e simpatizzanti del meetup Amici di Beppe Grillo “Grilli parlanti di Rieti”, saranno in Piazza Tevere con un gazebo informativo per rendere partecipi tutti i cittadini delle azioni poste in essere dal MoVimento 5 Stelle, in ambito nazionale e regionale, e per far sapere quali azioni stanno ponendo in atto nel territorio reatino.

I Grilli Parlanti saranno anche a disposizione per raccogliere tutte le istanze ed i suggerimenti di chi vorrà rendersi partecipe ad una fattiva azione di miglioramento del proprio territorio.

In questo specifico giorno incontreranno i cittadini che risiedono nel quartiere e metteranno  a loro disposizione anche dei questionari per monitorare il loro grado di soddisfazione verso la gestione della cosa pubblica.

Questo è solo il primo di una lunga serie di incontri che i “Grilli Parlanti di Rieti” terranno in tutti i quartieri della città, nelle frazioni e nei paesi limitrofi.

Ogni appuntamento verrà comunicato con largo anticipo, per lasciare a tutti la possibilità di organizzarsi e poter intervenire.

E’ tempo che le informazioni arrivino direttamente a tutti quelli che vogliono informarsi e confrontarsi senza filtri ed intermediari di nessun genere.

Vi aspettiamo!

 

Rieti 23.10.2013 

Meetup Amici di Beppe Grillo “Grilli Parlanti di Rieti”

Portavoce Virginia Baglione

 

 

 

 

Giovedì, 10 Ottobre 2013 08:04

Stappa il tombino

Inizia la stagione delle piogge e ci assale il timore al ricordo degli allagamenti, avvenuti nelle passate stagioni, e dei tanti disagi che ne sono derivati.

Qualche giorno fa abbiamo fatto una passeggiata per la città e, fotocamera alla mano, abbiamo documentato alcune situazioni, a dir poco imbarazzanti, per quel che riguarda il sistema di deflusso della acque meteoriche, dovute sia alla sua struttura che alla mancata manutenzione.

Ci aspettavamo che dopo la colpevole inerzia delle precedenti amministrazioni, l’attuale, almeno per questo problema, si fosse responsabilmente attivata distinguendosi così dalle precedenti gestioni, dando attuazione a quanto stabilito con la “Carta dei Servizi” fra Comune e ASM, relativamente all’igiene della Città, alla pulizia delle strade ed alla cura per una corretta regimentazione delle acque. Il Servizio prevede la pulizia, con cadenza settimanale, oltre che della sede stradale, anche delle caditoie, delle griglie e delle bocche di lupo, per liberarle da quel materiale che ostruirebbe il regolare deflusso delle acque piovane, con particolare attenzione a mantenere disostruita la tubazione di collegamento al collettore. A prima vista, testimoniato anche da quanto ritratto nelle foto scattate, sembra proprio che questi compiti siano stati disattesi. Abbiamo monitorato buona parte della città ed ascoltato le lamentele di molti cittadini che spesso si ritrovano ad avere allagamenti in cantine e garages; ed è per questo, anche in considerazione dei cospicui costi di questi servizi che gravano sulle già esauste tasche dei nostri concittadini, che i “Grilli Parlanti di Rieti” invitano le Amministrazioni locali a dare pronta ed urgente applicazione a quanto stabilito nella carta dei servizi  e far si che certi accadimenti, abbastanza prevedibili oramai, vengano prevenuti, evitando così i disagi e i maggiori esborsi derivanti da interventi in regime di urgenza privi di programmazione e della indispensabile ottimizzazione delle risorse tecniche ed economiche. I “Grilli Parlanti di Rieti” invitano altresì i cittadini a non alimentare detto problema gettando a terra cartacce, mozziconi e quant’altro; questa buona norma civica, oltre che sacrosanta, serve anche ad evitare che a seguito di tale incuria si tenti poi, col solito metodo dello scarica-barile delle responsabilità, di giustificare un palese disservizio la cui causa principale è da imputarsi al protrarsi di una scarsa manutenzione, oltre che alle tante caditoie “asfaltate” e/o oramai “cementificate”.

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?)…noi neppure!!!

Guarda le immagini cliccando qui

Nella giornata di domenica 29 settembre 2013, gli Attivisti del MoVimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”  si sono recati sul Monte Terminillo unitamente ad un assistente parlamentare, Angelo Capobianco, a due Consiglieri Regionali, Silvana Denicolò e Silvia Blasi, ed ai rappresentanti di altri 5 meetup Laziali provenienti da Civita Castellana, Tarquinia, Ostia, Bassa Sabina e Monterotondo, per effettuare un sopralluogo volto alla verifica dello stato di abbandono di alcune strutture , realizzate con soldi pubblici ma mai attivate o ultimate, oppure abbandonate subito. Durante il nostro tour abbiamo potuto constatare il degrado in cui versano dette opere per il protrarsi del loro abbandono, aggravando ulteriormente la situazione che veniva a suo tempo evidenziata in un articolo su un giornale locale del 2011, nel quale si descriveva una situazione già critica al tempo, ora diventata pietosamente insopportabile.

Alcuni evidenti esempi di tanto abbandono: nei pressi del Residence “I Tre Faggi” si trova l'ingresso ad un parcheggio coperto inaccessibile  a causa di “copiose infiltrazioni d’acqua meteorica”, delle quali ancora oggi non se ne comprendono le ragioni. Ne consegue che più tarderà l’apertura dello stesso, più diverranno esorbitanti i costi di adeguamento, dovuti anche allo stato di abbandono nel quale giace da tempo.  A pochi passi vi è un sottopassaggio lungo la strada che prosegue per l’anello di Campoforogna, non ancora ultimato, ma che vedrà nell’ascensore milionario  il “giusto” completamento! Poco più avanti, quello che dovrebbe essere il parcheggio dei camper, presenta una zona interdetta a causa di un cedimento del terreno  dovuto ad un evento franoso occorso ai bordi di detto parcheggio nel quale, peraltro, è stata rilevata una sola colonnina di servizio per i camper e neppure funzionante!

Più in alto, nei pressi del Campo di Altura, è evidente la presenza “ingombrante” di un manufatto in cemento, presumibilmente destinato a palestra. La struttura, che versa in  un evidente e pietoso stato di abbandono,  pur essendo quasi ultimata, presenta già installati gli infissi esterni ed interni, i sanitari, l’impianto di climatizzazione e gli accessori dei punti luce . Allo stato attuale le abbondanti infiltrazioni provenienti dalla copertura hanno causato l’allagamento in alcuni locali , dove ormai l’acqua stagnante si è imputridita e dove le vistose tracce di umidità di risalita stanno ormai compromettendo le finiture di tutti i muri della struttura. L’accesso alla struttura non è stato interdetto in modo adeguato, pertanto, la facilità di accesso ad essa potrebbe essere causa, tutt’altro che remota, che qualcuno possa farsi male o che possano entrarvi  animali ed eventuali malintenzionati che volessero compiere atti vandalici, come purtroppo è già avvenuto.

A Pian De' Valli, nei locali dell'APT, il centro per asmatici ed allergici, oramai abbandonato, fa da cornice al degrado dell'intero stabile che presenta scale dove il cemento armato, in assenza di un urgente piano adeguato di manutenzione, continuerà a sgretolarsi (il passaggio viene impedito solo per mezzo di un asse di legno appoggiato alla ringhiera,, gli intonaci sono in via di distacco con la possibilità di caduta a terra e, quindi, pericolosi per l’incolumità delle persone. Fa parte della struttura anche un locale, ormai chiuso, precedentemente destinato alle Poste Italiane ma chiuso, alla cui prossimità si trovano due cassette per il conferimento della posta, che risultano stranamente “guaste”, come recita un cartello incollato su di esse, impedendo così ogni forma di comunicazione postale da e per altre località, tanto da far desistere, per le eccessive difficoltà ed inefficienze esistenti, quei pochi residenti e nostalgici a soggiornare su questa montagna. Anche gli uffici dell’APT sono chiusi ormai da tempo.

Ciliegina sulla torta è poi la piscina nella zona La Valletta, che presenta evidenti segni di cedimento in alcuni punti (infissi e rivestimenti della copertura), dovuti alle precipitazioni nevose prevedibili per tali altitudini ma evidentemente non tenute in considerazione a dovere; il tutto infatti fa pensare ad un progetto non idoneo per una località di montagna o quantomeno eseguito con scarsità di valutazioni anche per gli elevati costi di gestione che ne conseguirebbero per il suo riscaldamento, infatti non è mai stata ultimata e tantomeno posta in uso, privando così, in maniera ingiustificabile, i bambini di uno spazio a loro dedicato. Infatti ci teniamo ad evidenziare che per la sua costruzione è stata distrutta la “Valletta”, un posto dove i bambini potevano giocare in libertà, attrezzato con parco giochi, pista per miniquad, campi polivalenti per calcio a 5 e tennis.

Ma non è finita, infatti ci chiedevamo:

dell’impianto idrico per l’innevamento artificiale che ne sarà?

che ne sarà dei punti luce per la pista di sci da fondo?

Il MoVimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”, con la sua costante informazione intende sensibilizzare la cittadinanza per far si che tutti vengano messi al corrente di certi meccanismi, per far si che tutti sappiano con esattezza che fine fanno veramente i NOSTRI soldi. Una montagna che ci invidiano per la sua bellezza oramai è solo oggetto di ripetute speculazioni. Ci auguriamo che alla fine i responsabili di tali soprusi non rimangano impuniti.

LORO non si arrenderanno mai……NOI neppure.

Ampio servizio fotografico è visibile all’indirizzo web: http://www.meetup.com/grilliparlantidirieti/photos/17724262/

Video disponibile su: http://www.youtube.com/watch?v=-p9N11wbmRY

 

Il Movimento 5 stelle “Grilli Parlanti di Rieti” ha consegnato sia al Comune di Rieti, nonché all’ASM S.p.a. una richiesta di accesso agli atti  per conoscere gli ultimi dati che riguardano i materiali differenziati sia della raccolta porta a porta che si svolge nei tre quartieri Villette, Campoloniano e Villa reatina da circa tre anni,  sia per quel che riguarda i materiali differenziati con il sistema di raccolta stradale, con le cosiddette campane e cassoni colorati, ovvero vetro e metallo, plastica, carta/cartone, pile esauste e indifferenziato. Si e’ richiesto inoltre la destinazione dei rifiuti differenziati e non, quali consorzi e/o piattaforme che ricevono i nostri rifiuti differenziati, quanti di essi vengono effettivamente restituiti o mandati in discarica perché non ben differenziati e quanti di essi vengono mandati effettivamente a riciclo; conoscere le cifre pagate per i servizi di raccolta  del rifiuto urbano indifferenziato, trasporto e smaltimento in discarica, raccolta e trasporto ai consorzi e/o piattaforme di ogni singolo materiale differenziato con   il porta a porta, raccolta e trasporto ai consorzi e/o piattaforme di ogni singolo materiale differenziato con il sistema a cassone e/o campana, raccolta, trasporto e smaltimento dei materiali cosiddetti “ingombranti” ai vari consorzi di riferimento, raccolta, trasporto e smaltimento rifiuti in discarica e dello spazzamento stradale pro capite. Ed infine, particolare attenzione, a quanto e’ stato effettivamente spedito a riciclo e la cifra riconosciuta al Comune di Rieti per ogni singolo materiale dal primo giorno di consegna dei vari materiali ai vari consorzi e quanto e’ stato effettivamente spedito in discarica e la cifra richiesta al Comune di Rieti per lo smaltimento in discarica per ogni singolo materiale dal primo giorno di consegna dei vari materiali ai vari consorzi.

E’ ora di far luce sul tema rifiuti e sulla loro tracciabilità, perché riteniamo che tutto il sistema di raccolta, trasporto e smaltimento nel territorio reatino debba essere necessariamente rivisto e  prevedere sanzioni e premi  (colpevolmente assente dal sistema attuale) inseriti nel circuito di raccolta; su questo importante e delicato tema, una volta essere venuti a conoscenza dei dati ufficiali, dedicheremo una particolare attenzione e approfondimento nelle prossime settimane.

Noi del Movimento Grilli Parlanti la trasparenza la applichiamo e la pretendiamo, altri governano la città con questo che e’ solo rimasto uno spot elettorale.

Rieti 30 9 2013

Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”

Portavoce Virginia Baglione

Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”

Viale de Juliis n.13 - 02100 Rieti

 

LETTERA APERTA al Prefetto di Rieti, al Questore di Rieti, al Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rieti, al Comandante del Corpo Forestale dello Stato di Rieti, al Sindaco di Rieti, al Direttore dell’Azienda USL di Rieti, a tutte le associazioni animaliste e a tutti i cittadini

 

Salvate i nostri migliori amici…quelli a quattro zampe!

 

In questi giorni apprendiamo dalla stampa locale il verificarsi di diversi episodi di avvelenamento di cani e gatti  in più zone della città e delle frazioni limitrofe, per i quali si è scatenata l’indignazione  e la condanna di tutti i cittadini nei riguardi del o dei delinquenti che operano in sfregio della vita dei nostri migliori amici a quattro zampe. L’avvelenamento degli animali, è uno dei comportamenti punibili ai sensi del codice penale, ovvero art. 544-bis (Uccisione di animali – “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte  di un animale, è punito con la reclusione da 3 a 18 mesi”) e art. 544-ter (Maltrattamento di animali – “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale...è punito con la reclusione  da tre mesi a un anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro...La pena è aumentata della metà  se dai fatti di cui  al primo comma  deriva la morte dell’animale”) introdotti a modifica del codice penale, dall’art 1 della  Legge 20 luglio 2004 n.189, che ha aggiunto al nostro ordinamento il Titolo IX-BIS – “Dei delitti contro il sentimento per gli animali”.

Chiediamo pertanto al Sindaco di Rieti, colpevolmente assente fino ad oggi in merito a queste dolorose e pericolose vicende, ai sensi  dell’art 4  comma 1 e 2 dell’Ordinanza 10 Febbraio 2012 (Norme sul divieto  di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati) vigente per 24 mesi dalla sua pubblicazione, nonché ai sensi dello Statuto del Comune di Rieti, art 14 lett. h) se lo stesso:

  1. abbia ricevuto le segnalazioni, di cui all’art 2 della stessa ordinanza, ed abbia proceduto a disporre l’IMMEDIATA APERTURA DELL’INDAGINE, da effettuare  in collaborazione con le altre Autorità competenti;
  2. abbia provveduto ad individuare le modalità di bonifica delle aree interessate dall’avvelenamento, nonché a segnalare, con apposita cartellonistica, l’area interessata, e ad intensificare  i controlli da parte delle Autorità preposte;
  3. se abbia adottato le ordinanze  urgenti in caso di emergenza sanitaria o di igiene pubblica a carattere locale anche su proposta della Azienda Sanitaria Locale;

Inoltre, per le competenze previste dal medesimo art 4 comma 3 della stessa Ordinanza, chiediamo al Sig. Prefetto di Rieti se:

  1. presso la Prefettura UTG di RIETI sia stato attivato il tavolo  di coordinamento  per la gestione degli interventi  e per  il monitoraggio del fenomeno degli avvelenamenti  degli animali;
  2. considerato l’art 6 della sopracitata Legge 189 del 2004 e l’individuazione delle modalità di coordinamento  delle varie forze di polizia  a tutela degli animali (demandata “in via prioritaria  al Corpo Forestale dello Stato e, nell’ambito territoriale di appartenenza, ai corpi di Polizia Municipale e Provinciale, ferma restando  la competenza della polizia giudiziaria che la legge rimette a ciascuna Forza di Polizia”) verranno promosse, nell’ambito delle  funzioni di coordinamento ed indirizzo unitario dei piani di controllo del territorio, anche previa  consultazione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, le necessarie intese al fine del coordinato sviluppo delle attività delle restanti forze di Polizia, non esonerati dalla materia in quanto organi di Polizia Giudiziaria, per quanto alla gestione del  fenomeno del maltrattamento ed uccisione degli animali.

I nostri amici a quattro zampe, compagni insostituibili dei momenti belli e brutti della nostra vita, vanno difesi da TUTTI e il Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”, sensibile anche verso questi temi, si attiverà nei prossimi giorni con un capillare volantinaggio nelle zone colpite da questi tragici episodi delinquenziali, per fornire tutte le informazioni utili ed i contatti con le autorità preposte per poter prontamente segnalare episodi che possano aiutarli nell’individuazione del o dei responsabili di tali crimini, così da ristabilire la necessaria serenità delle famiglie e degli amanti degli animali.

Per chiunque voglia effettuare delle segnalazioni, i recapiti dei referenti per il benessere e la sicurezza degli animali sono: 0746.201704 (Veterinari ASL) e 0746.287220 (Polizia Municipale).

Il presente comunicato è stato redatto in collaborazione con Valeria Pitoni, attivista L.A.V.

Rieti, 26.09.2013

MoVimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”

Portavoce Virginia Baglione 

Il Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti” ha presentato, nella giornata odierna, la richiesta  per un nuovo incontro con il Prefetto di Rieti Sua Eccellenza Chiara Marolla. L’incontro è volto a conoscere gli esiti della precedente segnalazione del 10 luglio u.s. ( http://www.rieti5stelle.com/news5s/incontro-in-prefettura-per-la-ztl ) sulla effettiva regolarità o meno della ZTL ed a consegnare ulteriore materiale documentale in contrasto con quanto deciso dal Comune di Rieti che recentemente ha reso ufficiale ed operativo il sistema di controllo degli ingressi nella zona a traffico pedonale con conseguenti molteplici sanzioni elevate sin dai primi giorni. Il Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti” ribadisce nuovamente che la ZTL così come impostata ed organizzata, non può essere condivisa per due motivi ben precisi: l’indisponibilità di un servizio alternativo di trasporto delle persone e la sua illegittimità. Tutto ciò acuisce le già note difficoltà economiche di diversi esercizi commerciali, sia per l’attuale crisi economica, sia per le ormai croniche difficoltà occupazionali del territorio reatino. Ad esse si aggiungono le difficoltà di molti altri cittadini, che non potendo più usufruire della propria autovettura e non avendo a disposizione né parcheggi limitrofi né un servizio bus navetta alternativo, trovano serie difficoltà a raggiungere il centro storico, anche per svolgere alcuni essenziali servizi, come recarsi alla propria banca di riferimento, usufruire dei servizi postali, richiedere documenti Comunali e Provinciali, necessità , quest’ultima dovuta alla totale assenza di un sistema informatico alternativo che non consente l’alleggerimento e la semplificazione della burocrazia. Chiediamo pertanto all’amministrazione comunale l’azzeramento di questa ZTL per consentire quanto prima e come stabiliscono il Codice della Strada e le sue Direttive (art 36 del decreto lgs. 30 aprile 1992 n. 285 e successive modificazioni.) lo studio di un nuovo Piano Urbano del Traffico e allo stesso tempo, la messa in pratica dello stesso programma di governo, che debbono essere contestuali alla pedonalizzazione del centro storico.

Signor Sindaco delle promesse mancate, siamo qui a chiederle nuovamente ciò che aveva promesso ai suoi stessi concittadini in campagna elettorale, non le stiamo chiedendo la luna, ma solo e semplicemente che rispetti i suoi stessi impegni, elettorali prima e di governo poi.

Provi a fare almeno questo, se le riesce.

Rieti 18/09/2013

Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”

Portavoce Virginia Baglione

Mercoledì, 11 Settembre 2013 12:30

Interrogazione Deposito Cotral

Importante risultato raggiunto dai "Grilli Parlanti", Movimento 5 Stelle di Rieti, che grazie alla fattiva collaborazione di attivisti e cittadini sono riusciti tramite i Consiglieri Regionali del M5S Lazio, Silvana Denicolò, Devid Porrello e Silvia Blasi a far presentare un'interrogazione urgente riguardante la costruzione del nuovo deposito Cotral. Questa interrogazione è solo la prima di una serie di atti elaborati sul territorio e che verranno presentati nei prossimi giorni grazie alla disponibilità dei nostri rappresentanti al Consiglio Regionale ed in Parlamento. Invitiamo tutti i cittadini desiderosi di contribuire attivamente con delle proposte o che ritengano di dover segnalare e denunciare qualsiasi inefficienza a venirci a trovare presso la nostra sede di via de juliis 13 o di contattarci ai recapiti presenti sul sito.

Di seguito il comunicato del M5S Lazio:

I consiglieri Silvia Blasi, Silvana Denicolò e Devid Porrello del M5S Lazio hanno presentato un’interrogazione urgente diretta al Presidente Leodori per approfondire le cause che hanno spinto COTRAL PATRMONIO a scegliere il sito per il nuovo deposito nella zona industriale di Rieti.

A seguito della pubblicazione del bando erano state presentate tre offerte, due di soggetti privati dotati già di un capannone (come richiesto dal bando) ed una dal Consorzio Campoloniano II Scarl che prevedeva la realizzazione dell’impianto in una zona artigianale. Nonostante la relazione tecnica avesse fatto emergere alcune criticità riguardanti quest’ultima offerta, anche in merito a costi e tempi di realizzazione, la scelta finale è ricaduta proprio sulla proposta del Consorzio da realizzarsi in una zona mai bonificata, dove sono presenti vecchie cave riempite di rifiuti di origine industriale e di inerti, a circa 200 metri da alcune abitazioni, dall’Ospedale S. Camillo de Lellis e dalla Casa Circondariale di Vazia, nonostante il bando specificasse che non starebbero stati presi in considerazione lotti confinanti o contigui a civili abitazioni.

I consiglieri, continuando sulla linea del M5S Lazio di trasparenza e difesa della legalità, hanno quindi richiesto di disporre della relazione tecnica che vagliava le tre offerte, di quella tecnico-geologica e della delibera con cui è stato scelto il lotto.

Il M5S “Grilli Parlanti”di Rieti, supportando il lavoro del gruppo consiliare regionale a vigilando in difesa dell’ambiente e delle tasche dei cittadini, si riserva di approfondire la questione che potrebbe presentare i termini per un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale.

Venerdì, 06 Settembre 2013 14:19

Difendiamo la costituzione

Anche il Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti” aderisce all’iniziativa del Movimento 5 Stelle Nazionale in difesa della Costituzione Italiana. Il 6 settembre inizierà alla Camera la discussione per la modifica dell’art. 138 della Costituzione, l’articolo-cassaforte che stabilisce come si cambia la nostra Carta. Il 9 Settembre si voterà e poi “di corsa” in discussione al Senato in quattro e quattr’otto perché c’è urgenza di presidenzialismo al fine di svuotare ancor di più il parlamento delle sue funzioni e prerogative. I parlamentari del M5S sono gli unici a fare l’impossibile per contrastare questo scempio, persino con lunghe sedute notturne in aula riuscendo ad evitare che il 138 ad agosto venisse furtivamente fatto a pezzi. Ora però siamo al momento decisivo, dobbiamo dare FORZA AI PARLAMENTARI CHE SI OPPONGONO A QUESTO DISASTRO GIURIDICO. Si rende necessaria pertanto una PETIZIONE POPOLARE (ai sensi dell’art.109 del Regolamento della Camera dei Deputati e ai sensi degli articoli 140 e 141 del Regolamento del Senato della Repubblica).

Premesso che:
- la Costituzione italiana è una Costituzione rigida, perché né il Parlamento, né altri organi possono liberamente modificarla, come
avveniva al tempo dello Statuto Albertino;
- che alcune parti della Carta costituzionale sono assolutamente immodificabili (ad esempio, come afferma l’articolo 139, la forma
repubblicana non può essere oggetto di revisione costituzionale);
- che le revisioni e le aggiunte alla Costituzione devono essere fatte seguendo un particolare procedimento, descritto nell’articolo
138, che porta alla approvazione di nuove leggi costituzionali;
- che le procedure previste nell’art.138 della Costituzione assicurano tutte le garanzie di riflessione necessarie ad evitare che
determinate forze politiche possano prevaricare le altre (trattandosi dunque di una fondamentale garanzia della democrazia).

I cittadini che vorranno sottoscrivere la petizione, solleciteranno un’ampia e approfondita discussione parlamentare riguardante la modifica dell’art.138 della Costituzione, ad opera di una parte delle forze politiche, rilevando, data l’importanza ovvia, che la modifica di una norma di rango costituzionale - che nell’ottica dei padri costituenti aveva l’indiscussa finalità di “assicurare tutte le garanzie di riflessione necessarie ad evitare che determinate forze politiche possano prevaricare le altre” - NON PUO’ ESSERE DISCUSSA SE NON ATTRAVERSO UNA PREVENTIVA CONSULTAZIONE POPOLARE di TIPO “REFERENDARIO ISTITUZIONALE”, come quello svolto nel 1946 che chiese ai cittadini quale forma di Stato volessero.

Per questi motivi, ci rivolgiamo a Voi che non volete restare a guardare inermi questo ennesimo sopruso, Vi aspettiamo tutti, sabato 7 e domenica 8, dalle 10 alle 20, in piazza Vittorio Emanuele II per la raccolta firme.

Sarà anche l’occasione, questa, per scambiare alcune riflessioni sull’attuale amministrazione reatina, rea di aver inscenata l’ennesima pellicola cinematografica tragicomica, con la finta crisi programmatica e il conseguente fittizio azzeramento di Giunta durato circa un mese, col solo intento, in realtà, di trovare una giustificazione all’ennesimo sperpero del denaro pubblico dei già tanto martoriati contribuenti reatini, assegnando ed aggiungendo il nono assessorato alla già imbandita tavola. Avranno voluto forse accontentare qualche mal pancista del centrosinistra, mentre hanno aumentano vertiginosamente i mal di pancia dei cittadini, costretti a dover stringere la cinghia, ogni giorno sempre di più, per sostenere i già troppi alti costi del carrozzone di palazzo, messo in piedi dai partiti e mantenuto grazie ai sacrifici della popolazione.

Il film fiabesco del “mettici del tuo” è alle battute finali quindi, cari amministratori, è giunta l’ora di “metterci del vostro” facendovi da parte, lasciando lo spazio a chi ha una profonda e reale voglia di far crescere Rieti come merita; il Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti” ha l’entusiasmo giusto e le contro misure adeguate per restituire ai cittadini almeno un minimo di serenità e qualche sorriso in più. Noi siamo pronti: Difenderemo la Costituzione, difenderemo Rieti.

Pagina 10 di 11