• Beppe Grillo a Rieti
  • Di Battista a Rieti campagna elettorale elezioni Europee 2014
  • Marcia Onestà
  • Donne in Movimento. Le donne del M5S a Rieti 8 Marzo 2014
  • Grilli Parlanti alla Marcia dell'Onestà con Paola Taverna
Lunedì, 27 Aprile 2015 12:21

Interrogazione parlamentare “Terminillo Stazione Montana, turismo responsabile”

Riporta la data del 22.04.2015 l’interrogazione a risposta scritta presentata al AL MINISTRO DELL’AMBIENTE, DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE, a firma del portavoce alla Camera dei Deputati Massimiliano Bernini e riguardante il progetto denominato “Terminillo Stazione Montana, turismo responsabile”.

Dopo un’attenta analisi del suddetto progetto, dei dati inerenti i flussi turistici, dei dati nivometrici e meteoclimatici, si è pervenuti alla interrogazione in oggetto dove sinteticamente si chiede al  Ministro competente quanto segue:

1)    quali iniziative intenda assumere al fine di garantire uno stato di conservazione soddisfacente dei tipi di habitat naturale e di specie presenti nei siti della RETE NATURA 2000 e della DIRETTIVA «UCCELLI», SIC «Bosco Vallonina», «Gruppo Monte Terminillo» e ZPS «Monti Reatini», al fine di prevenire sanzioni da parte dell'Unione europea.

Vogliamo precisare, prima che i detrattori ci accusino di essere il partito del “NO”, che noi siamo a favore di uno sviluppo turistico della Montagna del Terminillo e dell’intero territorio del reatino, a patto che tale sviluppo sia sostenibile sia sotto il profilo economico che ambientale, ed è per questo che siamo aperti ad ogni confronto sia con le varie associazioni, sia con i proponenti il progetto per analizzarne ogni aspetto.

Il nostro intento, ribadito con questa interrogazione, rimane comunque quello di vigilare affinché non si dia il via ad opere fuori scala e non congruenti con le capacità ricettive del nostro territorio o con le peculiarità del nostro ambiente. Non è pensabile continuare a realizzare opere sovradimensionate che in seguito saranno sottoutilizzate con tutto ciò che ne consegue, in primis costi di gestione alti che potrebbero ricadere sulle spalle dei cittadini, attraverso i Comuni coinvolti, fino all’abbandono delle infrastrutture stesse, e la memoria va alla piscina (ancora da terminare e per la quale in questi giorni sono stati stanziati ulteriori € 640.000,00 dei nostri soldi) o alla palestra annessa al campo di altura (mai terminata e in via di degrado), solo per fare qualche esempio.

Per chi volesse consultare il testo dell’interrogazione questo è il relativo link http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4%2F08888&ramo=CAMERA&leg=17.

Nei prossimi giorni presenteremo anche un’altra interrogazione per gli aspetti di stretta competenza regionale tra cui quello economico.