• Beppe Grillo a Rieti
  • Di Battista a Rieti campagna elettorale elezioni Europee 2014
  • Marcia Onestà
  • Donne in Movimento. Le donne del M5S a Rieti 8 Marzo 2014
  • Grilli Parlanti alla Marcia dell'Onestà con Paola Taverna

Non è la prima volta che parliamo di questo problema che evidenzia la cattiveria degli esseri umani. Dopo l’episodio di marzo, nei pressi dell’asilo di Villa Reatina, in questi ultimi giorni sono stati segnalati ulteriori episodi di violenza e di avvelenamenti su delle malcapitate bestiole indifese.

A Quattrostrade si è verificato il triste ritrovamento di 4 gatti morti per avvelenamento,  mentre a Contigliano un cane domestico è stato preso a bastonate.

Sia nel 2013 che nel 2014, noi Grilli Parlanti di Rieti abbiamo chiesto al Sindaco di Rieti ed al Prefetto, per quanto alle rispettive competenze, di adottare quanto previsto nell’ordinanza del 10  febbraio 2012 del Ministero della Sanità, in proroga sembra anche per quest’anno.

http://agronotizie.imagelinenetwork.com/difesa-e-diserbo/2015/03/06/esche-e-bocconi-avvelenati-prorogata-l-ordinanza/42136 http://www.geapress.org/animali-in-emergenza/avvelenamenti-ordinanza-il-ministero-della-salute-non-ha-ancora-comunicato-rinnovo/66985 .

Il riscontro delle nostre richieste non è mai pervenuto e non risulta essere mai stata adottata alcuna iniziativa per tutelare gli animali ed i bambini che potrebbero inavvertitamente venire a contatto col veleno, così come non risulta essere mai stata data comunicazione, tramite avvisi pubblici, della pericolosità del fenomeno.

Al Sindaco chiediamo ancora una volta, oltre al rispetto di quanto previsto nell’ordinanza vigente, anche di disporre l’apertura delle indagini di competenza, individuando le attività di bonifica delle aree, provvedendo all'intensificazione dei controlli previsti, da parte della Polizia Municipale, dando la necessaria pubblicizzazione, nonché adottando le ordinanze di emergenza sanitaria o di igiene pubblica di stretta competenza.

Al Prefetto chiediamo ancora i motivi della mancata attivazione del Tavolo di coordinamento per la gestione degli interventi ed il monitoraggio del fenomeno degli avvelenamenti degli animali, nonché l’individuazione delle modalità di coordinamento delle varie Forze di Polizia, a tutela degli animali, secondo le competenze che derivano dalla gestione dell’Ordine e Sicurezza Pubblica, spettanti al rappresentante del Ministero dell’Interno.  

I Grilli Parlanti di Rieti ed i cittadini, indignati per quanto accade agli animali, sensibili e rispettosi dell’ambiente e di tutti gli esseri viventi, chiedono di conoscere cosa la Pubblica Amministrazione stia facendo o abbia intenzione di fare per fronteggiare questa emergenza che si ripete, in parallelo al fenomeno degli abbandoni, in particolari periodi dell’anno, forse legati a dinamiche interiori di coloro che compiono tali reati che, purtroppo, restano troppo spesso senza colpevoli, senza testimoni e senza giustificazioni, a danno di esseri indifesi che rischiano di fare una brutta fine, di dover rimanere segregati in casa per scongiurare ogni rischio.

LORO non si arrenderanno mai, NOI… neppure!

Rieti, 12.05.2016

Meetup Amici di Beppe Grillo “Grilli Parlanti di Rieti

Attiviste Virginia Baglione/ Valeria Pitoni 

Pubblicato in Comunicati

Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”

Viale de Juliis n.13 - 02100 Rieti

 

LETTERA APERTA al Prefetto di Rieti, al Questore di Rieti, al Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rieti, al Comandante del Corpo Forestale dello Stato di Rieti, al Sindaco di Rieti, al Direttore dell’Azienda USL di Rieti, a tutte le associazioni animaliste e a tutti i cittadini

 

Salvate i nostri migliori amici…quelli a quattro zampe!

 

In questi giorni apprendiamo dalla stampa locale il verificarsi di diversi episodi di avvelenamento di cani e gatti  in più zone della città e delle frazioni limitrofe, per i quali si è scatenata l’indignazione  e la condanna di tutti i cittadini nei riguardi del o dei delinquenti che operano in sfregio della vita dei nostri migliori amici a quattro zampe. L’avvelenamento degli animali, è uno dei comportamenti punibili ai sensi del codice penale, ovvero art. 544-bis (Uccisione di animali – “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte  di un animale, è punito con la reclusione da 3 a 18 mesi”) e art. 544-ter (Maltrattamento di animali – “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale...è punito con la reclusione  da tre mesi a un anno o con la multa da 3.000 a 15.000 euro...La pena è aumentata della metà  se dai fatti di cui  al primo comma  deriva la morte dell’animale”) introdotti a modifica del codice penale, dall’art 1 della  Legge 20 luglio 2004 n.189, che ha aggiunto al nostro ordinamento il Titolo IX-BIS – “Dei delitti contro il sentimento per gli animali”.

Chiediamo pertanto al Sindaco di Rieti, colpevolmente assente fino ad oggi in merito a queste dolorose e pericolose vicende, ai sensi  dell’art 4  comma 1 e 2 dell’Ordinanza 10 Febbraio 2012 (Norme sul divieto  di utilizzo e di detenzione di esche o di bocconi avvelenati) vigente per 24 mesi dalla sua pubblicazione, nonché ai sensi dello Statuto del Comune di Rieti, art 14 lett. h) se lo stesso:

  1. abbia ricevuto le segnalazioni, di cui all’art 2 della stessa ordinanza, ed abbia proceduto a disporre l’IMMEDIATA APERTURA DELL’INDAGINE, da effettuare  in collaborazione con le altre Autorità competenti;
  2. abbia provveduto ad individuare le modalità di bonifica delle aree interessate dall’avvelenamento, nonché a segnalare, con apposita cartellonistica, l’area interessata, e ad intensificare  i controlli da parte delle Autorità preposte;
  3. se abbia adottato le ordinanze  urgenti in caso di emergenza sanitaria o di igiene pubblica a carattere locale anche su proposta della Azienda Sanitaria Locale;

Inoltre, per le competenze previste dal medesimo art 4 comma 3 della stessa Ordinanza, chiediamo al Sig. Prefetto di Rieti se:

  1. presso la Prefettura UTG di RIETI sia stato attivato il tavolo  di coordinamento  per la gestione degli interventi  e per  il monitoraggio del fenomeno degli avvelenamenti  degli animali;
  2. considerato l’art 6 della sopracitata Legge 189 del 2004 e l’individuazione delle modalità di coordinamento  delle varie forze di polizia  a tutela degli animali (demandata “in via prioritaria  al Corpo Forestale dello Stato e, nell’ambito territoriale di appartenenza, ai corpi di Polizia Municipale e Provinciale, ferma restando  la competenza della polizia giudiziaria che la legge rimette a ciascuna Forza di Polizia”) verranno promosse, nell’ambito delle  funzioni di coordinamento ed indirizzo unitario dei piani di controllo del territorio, anche previa  consultazione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, le necessarie intese al fine del coordinato sviluppo delle attività delle restanti forze di Polizia, non esonerati dalla materia in quanto organi di Polizia Giudiziaria, per quanto alla gestione del  fenomeno del maltrattamento ed uccisione degli animali.

I nostri amici a quattro zampe, compagni insostituibili dei momenti belli e brutti della nostra vita, vanno difesi da TUTTI e il Movimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”, sensibile anche verso questi temi, si attiverà nei prossimi giorni con un capillare volantinaggio nelle zone colpite da questi tragici episodi delinquenziali, per fornire tutte le informazioni utili ed i contatti con le autorità preposte per poter prontamente segnalare episodi che possano aiutarli nell’individuazione del o dei responsabili di tali crimini, così da ristabilire la necessaria serenità delle famiglie e degli amanti degli animali.

Per chiunque voglia effettuare delle segnalazioni, i recapiti dei referenti per il benessere e la sicurezza degli animali sono: 0746.201704 (Veterinari ASL) e 0746.287220 (Polizia Municipale).

Il presente comunicato è stato redatto in collaborazione con Valeria Pitoni, attivista L.A.V.

Rieti, 26.09.2013

MoVimento 5 Stelle “Grilli Parlanti di Rieti”

Portavoce Virginia Baglione 

Pubblicato in Comunicati