• Beppe Grillo a Rieti
  • Di Battista a Rieti campagna elettorale elezioni Europee 2014
  • Marcia Onestà
  • Donne in Movimento. Le donne del M5S a Rieti 8 Marzo 2014
  • Grilli Parlanti alla Marcia dell'Onestà con Paola Taverna

Diversi cittadini ci segnalano due differenti situazioni, una che riguarda la centrale a biomassa di Cittaducale e l'altra, grazie all'interessamento del noto ambientalista Benito Rosati e nostro attivista, su una discarica in località Collefegato di Borgorose (Rieti).

Per ciò che riguarda la centrale a biomassa, siamo venuti a conoscenza del suo “sequestro preventivo”, emesso dal Tribunale di Rieti, in data 19 Luglio c.a. e ci siamo recati sul posto (come testimoniato dalla foto allegata). Una volta accertata la veridicità della segnalazione e in mancanza di informazioni pubbliche, CHIEDIAMO al Sindaco di Cittaducale Roberto Ermini, di far conoscere all'opinione pubblica, quale siano state le ragioni per aver portato al “sequestro preventivo” la suddetta centrale. Non siamo mai stati e mai lo saremo, d'accordo sull'installazione di tali centrali nel territorio locale e ci batteremo in futuro affinchè questo non accada mai anche nel territorio reatino. Ricordiamo a tutti, che i cittadini residenti di S. Rufina, lamentavano un disagio continuo nei confronti dei fumi sprigionati dalla centrale e per questo ne chiedevano il controllo alle autorità competenti, Sindaco compreso. A questo punto il dubbio e la curiosità di conoscere il reale motivo del sequestro, dovrebbe essere considerato un atto dovuto nei confronti dei propri cittadini da parte del primo cittadino di Cittaducale, il quale dovrebbe per la trasparenza, renderli consapevoli del reato che viene contestato ai proprietari della centrale a biomassa.

Nel secondo episodio, vorremmo far presente al Sindaco di Borgorose, Mariano Calisse,  la MONTAGNA DI RIFIUTI presenti  lungo la strada “chiusa ai mezzi non autorizzati” di Collefegato che fiancheggia la SS578,  e che molti residenti indicano come luogo di “pellegrinaggio” continuo per il deposito incontrollato di rifiuti di vario genere, pericolosi e non. A quanto pare la situazione va avanti da molto, troppo tempo e sarebbe anche giunta l'ora che il Sindaco prendesse provvedimenti il più presto possibile, convinti che ha a cuore l'ambiente e la salute dei cittadini.

Invitiamo pertanto il Sindaco di Borgorose, ad indicare quali misure sono state già eventualmente adottate e quelle che si intendono adottare, anche in via preventiva e sotto forma di controllo, per fronteggiare il dilagante e sempre crescente denunciato fenomeno, che sta rendendo la situazione davvero insostenibile. Tra pochi giorni ci recheremo nuovamente sul posto, con la speranza che nel frattempo qualcosa sia cambiato, altrimenti saremo costretti ad avviare tutte le procedure del caso, per segnalare alle autorità competenti, la suddetta discarica, con tutte le responsabilità amministrative che ne deriveranno.

Rimaniamo in attesa delle risposte dei sindaci di Cittaducale e di Borgorose.

E' un vostro dovere nei confronti dei vostri cittadini tutelare la loro salute e quella dell'ambiente. Dimostratelo.

Loro non si arrenderanno MAI… NOI NEPPURE!

Rieti, 01.08.2016

Meetup Amici di Beppe Grillo

“Grilli Parlanti di Rieti”

Pubblicato in Comunicati

Devid Porrello, capogruppo del M5S Lazio, dichiara:
"L’amianto rappresenta una delle sostanze più pericolose per la salute dell’uomo, come certificato dal suo divieto di utilizzo, ma all’ospedale De Lellis di Rieti qualcosa non ha probabilmente funzionato. Cittadini reatini, tra cui l'attivista Rossi Marco del Meetup locale "Grilli Parlanti di Rieti" e due volontari dell'Associazione Cittadinanzattiva e del Tribunale dei diritti del malato, hanno segnalato infatti i lavori di bonifica presso la struttura ospedaliera e chiesto di verificare l’attività della ditta subappaltatrice, nel pieno rispetto della normativa in materia e della tutela della sicurezza di pazienti, operatori sanitari e impiegati dell’azienda aggiudicataria degli interventi di manutenzione delle pavimentazioni in vinil amianto. Come testimoniato da alcune fotografie e verificato dagli agenti di pubblica sicurezza intervenuti, l’area interessata dai lavori risultava isolata dal resto della struttura da un telo di plastica mal posizionato in alcuni punti, che non impediva la diffusione della polvere presumibilmente ricca di fibre di amianto. Anche gli operai erano privi di qualsiasi presidio di protezione, come tute e maschere. Quanto sopra descritto è stata la situazione che si presentava ai volontari dell'Associazione, all'attivista dei Grilli Parlanti e agli agenti di polizia intervenuti sul posto. Grazie all'esposto presentato in Procura e alla segnalazione ai NAS di Viterbo, per la verifica di quanto sopra descritto e salubrità ambientale, si sono attivate tutte le procedure di monitoraggio della qualità dell'aria, con prelievi a campione anche della polvere presente in loco."

Gruppo Consiliare M5S Regione Lazio

Pubblicato in Comunicati

I portavoce consiglieri del Movimento 5 Stelle Porrello, Blasi, Pernarella, Perilli, Corrado Denicolò e Barillari, in collaborazione con i Grilli Parlanti di Rieti hanno presentato in data 24.03.2016 una interrogazione urgente a risposta scritta riguardante il completamento della S.R. 578 Rieti – Torano.

( http://atticrl.regione.lazio.it/interrogazioniScritte_dettaglio.aspx?id=1275#.VwIq1KSLTIV )

Nelle premesse si ricostruiscono i passaggi più controversi di tale opera da quando la Regione ha delegato la Provincia di Rieti alla progettazione e realizzazione dell’ultimo tratto dell’arteria stradale da Ville Grotti a Rieti. Dopo il completamento del I lotto da Ville Grotti a Grotti, la Provincia ha predisposto nel giugno 2011 un progetto preliminare per il II

lotto di completamento da Grotti a Rieti ed il RUP ha convocato l'apposita conferenza dei servizi per il 27.07.2011 revocandola subito dopo dato il rigetto del progetto, da  parte della Commissione Urbanistica del Comune di Rieti, perché non recepiva il progetto definitivo approvato dalla Regione ed avrebbe provocato danni al fondovalle del fiume Salto ed all'abitato della frazione del Comune di Rieti Casette.

Il progetto preliminare del II lotto diviso in due sub-stralci, è stato sottoposto ad una nuova conferenza dei servizi apertasi il 14.05.2012 e chiusasi con l’approvazione nonostante  il parere negativo della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Lazio per

le numerose criticità dovute a vincoli Archeologici e Paesaggistici.

Date le criticità di natura ambientale emerse in sede di conferenza dei servizi e quelle di natura espropriativa emerse durante la predisposizione del progetto definitivo, la Provincia ha approvato con  D.C.P. n° 81 del 21.08.2014, senza sottoporlo ad una nuova conferenza dei servizi un nuovo progetto preliminare per il Il lotto di completamento in un unico stralcio, tale progetto ricalca in gran parte il precedente tranne nella parte terminale dove invece che allacciarsi direttamente nella SS 4, confluisce sul tratto della SS 578 Salto Cicolana da Casapenta a Rieti Est  perdendo con ciò la funzionalità originaria della strada Rieti-Torano.

Premesso questo si interroga il Presidente della Giunta regionale On Nicola Zingaretti e l’assessore competente, On. Fabio Refrigeri, di fornire informazione riguardo le seguenti questioni:

- Quali siano le misure che la Regione Lazio intende intraprendere al fine di migliorare la funzionalità dell’opera di collegamento tra Rieti e Torano garantendo la tutela dell’ambiente, dei beni Culturali, Paesaggistici, la salute e i diritti dei cittadini residenti nell’area interessata oltre che la tutela dei Siti di Importanza Comunitaria presenti;

- Quali siano le misure che la Regione Lazio intende intraprendere al fine di riportare la progettazione e l'esecuzione di detta importante infrastruttura sul piano della piena funzionalità e sul piano della piena legittimità conseguente ad atti deliberativi congruenti, trasparenti e di pieno ed esclusivo interesse per la collettività.

LORO non si arrenderanno mai… NOI neppure!

Rieti, 04.04.2016

Amici di Beppe Grillo

Grilli Parlanti di Rieti

Pubblicato in Comunicati

In merito alla vicenda della Solsonica S.p.A. di Rieti, a seguito di una visita che ho effettuato venerdì 26 febbraio, ho depositato un’interrogazione Parlamentare ( http://aic.camera.it/aic/scheda.html?numero=4/12340&ramo=CAMERA&leg=17 ) che chiede al Ministro di competenza di riaprire il tavolo di vertenza a livello nazionale per valutare nuovamente la questione ed evitare in tutti i modi che si perda forza occupazionale nello stabilimento.

Come chi segue la vicenda già saprà, il rischio è che con l’acquisizione della Solsonica S.p.A. da parte di GALA tech, circa 130 operai potrebbero perdere il lavoro.

Il piano di acquisizione firmato ai tavoli del MISE in presenza delle OO. SS. prevede che GALA Tech applichi il diritto di precedenza degli operai già assunti da Solsonica in caso di assunzioni, ma non prevede nessun obbligo di assunzione.

Il problema è grave e causato oltre che dallo stato di crisi che vive il nostro Paese ormai da alcuni anni, anche da certe politiche scellerate dell’Esecutivo che se da una parte sguinzaglia i suoi uomini sul territorio per annunciare prese di posizione in difesa dei lavoratori, a livello centrale attua scelte che vanno nella direzione contraria.

Come ad esempio quelle prese nel cosiddetto Dl competitività del 2014 che ha rimodulato retroattivamente le tariffe incentivanti al fotovoltaico di fatto togliendo soldi al settore che di conseguenza subisce un’ulteriore crisi, nonostante a tutti siano note le potenzialità che potrebbero avere le energie rinnovabili nel nostro Paese!

A tutto ciò aggiungiamo che di recente, all’interno del provvedimento cosiddetto mille proroghe, si è approvato un ampliamento della riforma sulla tariffa elettrica che oltre ai privati coinvolge anche il reparto industriale agricolo e artigianale, e che disincentiva tutti quegli interventi di efficientemento energetico e autoproduzione di energia da fonti rinnovabili che avrebbero dovuto essere il nostro pilastro di una politica industriale energetica.

Un ringraziamento va al gruppo locale Meetup Amici di Beppe Grillo "Grilli Parlanti di Rieti" per avermi girato l'interesse per gli operai sopra indicati e la collaborazione per la stesura del testo della mia interrogazione.

LORO non si arrenderanno mai… NOI neppure!

Rieti, 23.03.2016

Portavoce Movimento 5 Stelle

Deputato Massimiliano Bernini

 

Meetup Amici Beppe Grillo

Grilli Parlanti di Rieti

Pubblicato in Comunicati

E’ di questi giorni la notizia che gli abitanti di Casette, stanchi delle condizioni in cui versa la strada che attraversa il loro centro abitato, hanno dato vita ad una singolare, quanto sacrosanta protesta, esibendo delle lenzuola  come striscioni  per denunciare lo stato dell’arteria stradale.

Noi “Grilli Parlanti di Rieti”, attenti alle esigenze dei cittadini, abbiamo coinvolto il Portavoce del Movimento 5 Stelle alla Regione Devid Porrello che ha presentato in data 24 Febbraio c.a. un’interrogazione urgente a risposta scritta, per chiedere all’Assessore alle Infrastrutture, Enti Locali e Politiche Abitative, Fabio Refrigeri, di sollecitare la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza previsti per la SR578 e la ricognizione del manto stradale nei tratti urbani per futuri interventi a breve o lungo termine, visto anche che tra gli interventi previsti dalla Deliberazione di Giunta Regionale n. 420 del 2014 figurava la sistemazione della pavimentazione ammalorata tra il km 2 e il km 3+500 e tra il km 6+500 e 8+350 della Strada Regionale 578 per un importo stimato di almeno 500.000 euro.

I lavori di rifacimento del manto stradale ora non sono più rinviabili, considerando che le condizioni della strada non sono tali da garantire la circolazione in sicurezza del traffico veicolare.

E’ ora che si rispettino i cittadini, le cospicue tasse che pagano sono per avere dei servizi, per avere una migliore qualità di vita e perché vengano riconosciuti i loro bisogni, non di certo quello di rischiare incidenti per  accedere alle proprie abitazioni.

Siamo stanchi di transitare su dei colabrodi tortuosi, paghiamo salatissime somme per la “gestione” della nostra città, sarebbe ora che i nostri “amministratori” ci facciano vedere che vengono utilizzate per il nostro bene e per tutto ciò che più ci serve.

LORO non si arrenderanno mai… NOI neppure!

Rieti, 25.02.2016

Meetup Amici di Beppe Grillo

 “Grilli Parlanti di Rieti”

Pubblicato in Comunicati

Il Movimento 5 Stelle aderisce all'evento nazionale #svegliatitalia, promosso dalle associazioni Lgbt, in programma sabato 23 gennaio, nelle principali piazze italiane, per sostenere diritti uguali per tutti.

Saremo in Via Mercatanti, fronte Centro Commerciale Perseo, dalle 15:30 alle 20:00, per sostenere l'uguaglianza ed i diritti umani che da troppo tempo attendono una risposta civile nel nostro paese, e per ascoltare le proposte e le segnalazioni dei cittadini in merito alla nostra città.

Il M5S è da sempre al fianco di tutte le famiglie affinché le discriminazioni non trovino cittadinanza in Italia, il nostro paese è ormai maturo per garantire pieni diritti a tutti, ecco perché il Movimento 5 Stelle si impegna, a tutti i livelli istituzionali, per garantire pari diritti a tutti i cittadini, anche a prescindere dall'orientamento sessuale o identità di genere e per promuovere il contrasto ad ogni forma di odio contro gay, lesbiche, bisessuali e transessuali ecc.

Il nostro impegno è garantito non solo in Senato ma anche in ogni sede istituzionale in cui siamo presenti.

Saremo in piazza per gridare a gran voce #Svegliatitalia  ‪#‎SvegliatiRieti

LORO non si arrenderanno mai… NOI neppure!

Rieti, 22.01.2016

Meetup Amici di Beppe Grillo

“Grilli Parlanti di Rieti”

Pubblicato in Comunicati

Il Meetup “Grilli Parlanti di Rieti” ha organizzato, per il giorno 12 Dicembre p.v., in Piazza Vittorio Emanuele II, dalle ore 15 alle ore 20, il consueto gazebo per informare sulle attività del M5S sia a livello locale che Regionale e Nazionale, e per raccogliere segnalazioni, proposte e idee dai cittadini.

Tra le iniziative a cui abbiamo aderito presentiamo la raccolta firme a favore degli studenti, proposta in Parlamento dal M5S, per contrastare il costante ed immotivato aumento delle tasse universitarie a fronte di un diritto allo studio insufficiente, per sostenere le proposte di riforma per una più equa contribuzione economica studentesca, per l'istituzione di una no tax area  e di limiti  massimi di tassazione e di sanzioni a carico degli atenei che non rispettano  la normative.

Ricordiamo inoltre che il 17 dicembre, dalle ore 16,30, presso la Sala consiliare della Provincia di Rieti, si svolgerà il convegno dibattito “Scuola, quale Futuro?” sui temi della legge 107/2015, la cosìddetta “Buona Scuola” varata dal Governo Renzi.

Al convegno parteciperanno:

-     il Presidente Onorario Della Corte di Cassazione Prof. Ferdinando Imposimato

-     le portavoci del M5S al Parlamento Italiano Enza Blundo e Silvia Chimienti, e

-     la portavoce ADIDA Valeria Bruccola

-     la professoressa Sandra Zingaretti che modererà l’incontro

-     il professor Riziero Agostinelli, portavoce del Movimento Nazionale degli Insegnanti Precari.

Loro non si arrenderanno mai… noi neppure!

Rieti, 11.12.2015

Meetup Amici di Beppe Grillo

“Grilli Parlanti di Rieti”

Pubblicato in Comunicati

Lunedì 30 novembre, dalle ore 9:30 alle ore 15:00, arriva anche a Rieti l'Info Point sulla Sanità nei pressi dell'Ospedale De' Lellis di Rieti.

E' l'occasione propizia per chi vuole rappresentare le proprie esperienze, per chi vuole  conoscere le battaglie del MoVimento 5 Stelle, per chi vuole esporre delle proposte e per tutti coloro che non vogliono essere solo degli utenti, pazienti e operatori passivi.

La tutela della salute è un diritto sacrosanto, non possiamo permettere che ci venga negato.

Siamo a disposizione dei pazienti, dei precari, dei dipendenti, dei visitatori e dei cittadini.

LORO non si arrenderanno mai… NOI neppure!

Rieti, 28.11.2015

Meetup Amici di Beppe Grillo

“Grilli Parlanti di Rieti”

Pubblicato in Comunicati

Altra ennesima discarica abusiva nel territorio reatino, questa volta nemmeno tanto nascosta, anzi, sembra quasi un biglietto da visita per la nostra città. Parliamo dell'abbandono dei rifiuti urbani nei pressi del centro di trasferenza di Rieti denominato “Casapenta” (oggetto tra l'altro nelle ultime ore del sequestro del sito, per attività non autorizzata, secondo gli agenti della sezione di polizia giudiziaria della Forestale e sul quale rimaniamo in attesa di conoscere ed approfondire i motivi prima di esprimerci nel merito) sul bordo stradale della Salto Cicolana in direzione della frazione Casette. Dopo le continue e ripetute segnalazioni da parte di numerosi cittadini, le condivisioni sui social network, riprese anche dalla carta stampata e dalle tv locali, il sito è diventato meta di altri cittadini che hanno poco a che fare con la civiltà e con il rispetto dell'ambiente. Nonostante la gran quantità di denunce pubbliche, l'amministrazione locale non ha ritenuto o sentito il dovere di intervenire tempestivamente, lasciando la possibilità di aumentare di giorno in giorno, lo sversamento di ulteriori rifiuti;  dopo i primi isolati 4 sacchi neri, a distanza di due mesi la zona è diventata una vera e propria discarica a cielo aperto.

Molti sono stati i sopralluoghi degli attivisti del gruppo locale Meetup “Grilli Parlanti di Rieti” del M5S, che hanno pubblicato on line delle foto del sito e tante sono state le telefonate alle autorità competenti.

All'ennesimo sopralluogo, dopo l’ennesima delusione nel non vedere bonificato il sito, in data 3 Novembre u.s. un nostro attivista ha presentato un esposto presso il comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Via Pennesi, con la speranza che si possa provvedere quanto prima alla pulizia della zona.

La totale assenza dell'amministrazione pubblica si avverte sia per l'abbandono dei rifiuti che per la prevenzione di tali fenomeni, infatti, ne sul sito istituzionale comunale, ne in quello dell'azienda municipalizzata, viene posta all'attenzione, con trasparenza e assoluta fermezza, la lotta contro l'abbandono dei rifiuti sul territorio.

Pertanto, il gruppo locale Grilli parlanti di Rieti, rivolge l'invito al Comune di Rieti e all'Azienda Servizi Municipalizzati, con il nuovo corso della presidenza Ciacci (esponente nazionale di assoluto valore della teoria “Rifiuti Zero”), di mettere in pratica,nel più breve tempo possibile, tutti quegli strumenti necessari per tentare di scongiurare l'abbandono nelle strade dei rifiuti urbani, dagli avvisi sui cassonetti, alle guardie ambientali volontarie, dal rafforzamento della presenza della polizia municipale, all'insegnamento, sin dalle scuole primarie, del senso civico e della cultura, nel rispetto per l'ambiente e per loro stessi; proponiamo quindi di  coinvolgere anche gli Istituti Scolastici all’evento cartoniadi, il campionato di riciclo promosso da Comieco e Regione Lazio, col quale si mettono in palio, fra i 13 comuni partecipanti, ben 100 mila euro di montepremi da devolvere in opere, servizi e/o iniziative di interesse per il territorio. Sarebbe questo, un modo intelligente di rieducare grandi e piccoli a diventare virtuosi cittadini.

Capitolo a parte lo merita il sistema sanzionatorio, previo utilizzo delle telecamere di videosorveglianza, infatti sempre più comuni italiani, come ad esempio quelli guidati dal M5S di Parma e Pomezia, stanno adottando questo sistema di controllo delle strade maggiori e dei siti ritenuti più sensibili, con ottimi risultati, piccole e facilmente occultabili, potrebbero essere utilizzate anche come deterrente per altri piccoli episodi di microcriminalità, nel pieno rispetto della privacy. Il regolamento sulla videosorveglianza è a disposizione di tutti, in qualsiasi sito comunale che ha già adottato il telecontrollo delle proprie strade comunali, non c'è nulla di nuovo da inventarsi.

Visto il gran numero di rifiuti abbandonati lungo le strade, grazie alle sanzioni inflitte, l'investimento iniziale sarebbe ben ripagato e stimolerebbe ulteriori installazioni; Lo chiedono sempre più cittadini reatini e non dare loro ne ascolto ne riscontro, è ancor più delittuoso dell'abbandono dei rifiuti stessi, laddove la partecipazione alla vita amministrativa doveva essere il punto di forza di questo “nuovo” corso politico/amministrativo.

Bonificare i siti inquinati costa molto ai contribuenti, fare prevenzione costerebbe molto meno, ma bruciare la fiducia del cittadino verso le istituzioni non ha prezzo.

LORO non si arrenderanno mai… NOI neppure!

Rieti, 06.11.2015

Meetup Amici di Beppe Grillo

“Grilli Parlanti di Rieti”

Pubblicato in Comunicati

Riporta la data del 13.07.2015 la relazione Tecnica relativa alla procedura di valutazione di incidenza sul progetto di ristrutturazione e ampliamento impianti sciistici nel comprensorio del Monte Terminillo – Stazione Montana del Turismo responsabile, nella quale si esprime parere non favorevole al progetto. Tale relazione, rilasciata all’interno del procedimento di VIA, così come prescritto dalla legge (art. 5 comma 4 del DPR n. 357/1997), si è basata sugli elaborati progettuali presentati dal proponente (Provincia di Rieti) tra cui:

- Studio di Impatto ambientale – Studio di incidenza (tav. 315)

- Studio di Impatto ambientale – Misure di mitigazione e ripristino (tav. 308)

- Studio di Impatto ambientale – Schede riepilogative incidenze (tav. 316 – 317 - 318)

I tecnici regionali, dopo aver acquisito notizie in merito alla consistenza attuale del demanio sciabile nella loro valutazione, hanno ritenuto che ai fini dell’applicazione del DM del 17.10.2007 sia necessario valutare, in modo appropriato, se le opere previste nel progetto comportino un aumento dell’impatto sul sito in relazione agli obiettivi di conservazione della ZPS, includendo pertanto nella valutazione complessiva, oltre le superfici riferite a impianti e piste da sci, anche le strutture ricettive, i parcheggi, gli impianti di innevamento artificiale ed i relativi bacini di alimentazione, le strutture antivalanghe, le reti elettriche, le canalizzazioni e le opere necessarie alla gestione, messa in sicurezza di piste e strade.

Hanno preso atto di quanto riportato nello studio di incidenza a pagina 99, ossia che “dal punto di vista degli effetti sulla componente faunistica e sugli habitat di specie, i rifacimenti con delocalizzazioni debbono essere a tutti gli effetti considerati come nuovi impianti, sia per quanto riguarda la sottrazione diretta di habitat, sia per il disturbo determinato dall’incremento dell’attività antropica, analogamente anche i rifacimenti di vecchi impianti, alcuni dei quali dismessi da oltre un ventennio per gli effetti dovuti alla frequentazione antropica e la frammentazione strutturale e funzionale, debbono essere considerati allo stesso modo”.

Hanno altresì preso atto di quanto riportato nello studio di incidenza, a pagina 13,ossia che “in particolare sono previsti n.16 impianti a fune oltre i 5 impianti funzionanti esistenti, nei 16 impianti sono compresi i rifacimenti dei vecchi impianti dismessi e le cosiddette delocalizzazioni e circa 42 Km di nuove piste oltre i circa 22 Km di piste esistente”.

Infine, nonostante nella seduta della conferenza dei servizi del 18.02.2015 fosse emersa la necessità di presentare ulteriore documentazione progettuale, con relativo studio di Valutazione di incidenza, in merito ai nuovi elettrodotti da realizzare, da parte delle società proprietarie degli impianti, in sostituzione di quelli obsoleti da rimuovere, tale documentazione non è pervenuta e, di conseguenza, i tecnici hanno ritenuto che una valutazione di incidenza per i nuovi elettrodotti da realizzare sia indispensabile al fine di verificare eventuali impatti sulle specie faunistiche.

Ci sono poi tutta una serie di considerazioni sulla flora e sulla fauna esistenti e sull’impatto che le opere possono avere, dettagliatamente riportate nella relazione tecnica allegata al presente comunicato.

Ora ci si chiede chi o cosa abbia ostacolato ed abbia fatto perdere tempo prezioso allo sviluppo ed alla rinascita della nostra montagna; sembra del tutto evidente che nonostante i 30 anni di assoluta incapacità amministrativa e politica, la musica non sia cambiata, anzi.

I Grilli Parlanti di Rieti PROPONGONO che si faccia un concorso internazionale di idee che, sfruttando i fondi già a disposizione (29 Milioni di euro), metta al centro per il rilancio della vivibilità della montagna non solo le attività invernali, e che abbia ad oggetto uno sviluppo sostenibile, che non debba necessariamente passare per l’istituzione di un parco o per l’antropizzazione eccessiva del Terminillo, vedendo nei vincoli esistenti uno stimolo a ben operare e non solo una serie di impedimenti. Scelta questa che avremmo proposto sin dall'inizio di questo tortuoso percorso, ovvero dalla firma del protocollo d'intesa di fine Dicembre 2011 tra Regione e Comuni coinvolti, se fossimo stati presenti a Rieti come gruppo locale ed in Regione come gruppo politico del M5S.

La montagna è di tutti noi, non può e non deve essere considerata la meta esclusiva per una sola “categoria” di fruitori, deve necessariamente essere anche alla portata di tutti coloro che la vogliono vivere in modo sostenibile e naturalistico.

Auspichiamo, per il prossimo futuro, un vero e proprio tavolo di lavoro serio e concreto, con tempistiche precise e nel quale non si verifichino le prevaricazioni di alcune tipologie di utenze del monte rispetto ad altre, nella determinazione delle priorità in base alle esigenze di “categoria”.

L'interesse di chi si rifà al Movimento 5 Stelle è il benessere comune, a cominciare dalle attività locali, che ad oggi sono state le uniche vere vittime di una politica fatta di annunci improbabili e progetti faraonici fuori scala.

Onde evitare che si perda ulteriore tempo prezioso semmai il progetto dovesse essere bocciato anche dalla VIA (Valutazione di Impatto Ambientale), invitiamo la Regione a tornare regista del finanziamento e a lanciare un bando pubblico nel più breve tempo possibile.

Il Link dell'allegato è disponibile in fondo al comunicato.

LORO non si arrenderanno mai… NOI neppure!

Rieti, 03.11.2015

Meetup Amici di Beppe Grillo

“Grilli Parlanti di Rieti”

Pubblicato in Comunicati
Pagina 1 di 5